useridguestuseridguestuseridguestERRORuseridguestuseridguestuseridguestuseridguest
Fond02 - Atti privati (2 AA II)
A preface will be available soon.
Charter: 2 AA II 1
Date: 1117 gennaio
AbstractSalomone figlio del quondam Pietro, dona a Taselgarde figlio del quondam Aczio, una casella nel castello di Tocco.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 2
Date: 1137 dicembre
Abstract Clemente, figlio del fu Viticcioli, e sua moglie Claritia dichiarano ad Alferio, figlio del fu Pietro Alvare e loro parente, di rinunciare per loro e i loro eredi al possesso della terza parte di una casa posseduta da Alferio stesso, sita nella città di Benevento, Ad Forum, presso la chiesa di S. Salvatore e la porta di S. Lorenzo.  (Elisa Manzo. Corso di Archivistica 2015/2016. Corso di Scienze storiche)

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 3
Date: 1140 maggio
AbstractGuglielmo, Ruggiero e Vitardo, figli di Giuliano milite, della città di Bitetto, venendo innanzi a Boni Cinnami realis judicis insieme a don Daviat loro tutore ed altri parenti, essendo tormentati inopia famis, richiesero che fosse loro accordato il permesso di vendere alcuni stabili, cioè una casa nel borgo di detta città ed un podere nel territorio di Monticchio; e quindi con licenza di esso giudice, e col consenso del tutore e dei parenti, vendono a Guglielmo abate del monastero [...] la prefata casa per venticinque migliaresi buoni romesini.TeodoroS.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 4
Date: 1170 giugno
AbstractGuglielmo di San Framundo, signore di Limata e Guardia, dona e concede a Perro de Limata, filius quondam Petri de Limata, una casalina in loco ubi castellum dicitur et iustam portam eiusdem castelli , per un compenso di dieci tareni (tarenos Amalfie decem). (Horst Enzensberger)

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 6
Date: 1179 luglio
Abstract Guglielmo di Sanframondo ecc. innanzi a Simone giudice di Limata dà a Giovanni Mancone tanto terreno nel territorio di Limata nel monte vicino al Casale di San Stefano quanto basti a seminare un quartario di frumento giusta la misura del quartario di Limata, ricevendone venti tarì.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 7
Date: 1180 novembre
AbstractRao Taburno e Maria moglie del quondam Giovanni Bermerico assegnano, col consenso del mundualdo, a Giovanni figlio di Giovanni Arteraimo, a titolo di dote di Sichelgarda figlia di essa Maria, “unum pedem olive”, nel casale Vitulano.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 8
Date: 1182 febbraio
AbstractAlberada, figlia di Borrello, innanzi a Giovanni giudice e ad altri testimoni, testifica che Marotta di lei madre, essendo gravemente inferma, col consenso di Borrello suo marito e mundualdo, aveva testato in favore di lei Alberada del suo morgingab, e diceva aver consentito al detto testamento Riccardo sacerdote di lei fratello. Il giudice però interrogandola richiese che producesse i testimoni di quanto asseriva, ad essa presentò tre testimoni, i quali affermarono ciò che Alberada aveva detto. Il giudice quindi fece il presente atto per cautela di essa Alberada.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 5
Date: 1173 aprile
AbstractGiovanni figlio del quondam Alessio sartore del castello di Argento (Arienzo) col consenso di Truda sua moglie avanti a Giovanni giudice e milite e ad altri testimoni, dona per fustem a don Gualtiero Tirello una terra nel luogo detto Adesfizio. Ricevendo secondo la legge longobarda in launelgid un mantello e due tarì buoni d'Amalfi.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 9
Date: 1184 febbraio
AbstractGiacomo giudice, abitante di Limata, figlio del quondam Landolfo, dichiara di aver ricevuto a titolo di donazione dal suo signore Guglielmo di San Framondo una parte del carbonario che era nel suo borgo di Limata e lo dona ad Angelo, figlio del quondam Diodato, col consenso del detto Guglielmo innanzi a Gareffredo giudice ed altri buoni uomini, determinandone i confini.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 10
Date: 1195 agosto
AbstractBartolommeo calzolaio, figliuolo del fu Adenolfo, abitante di Capua, aveva promesso di dare a Marco de Raymo, figliuolo del fu Raymo de Cajaccia, nella qualità di mundualdo della donzella a nome Maria del fu Bartolommeo, venti tarì d'oro di Amalfi quando avrebbe sposato quella fanciulla, come prezzo di tre quarte parti d'una terra con presa e casa appartenente alla medesima. L'altra quarta parte posta in Capua in vicinanza della chiesa di San Nazario, nello stesso mese ed indizione era stata da Sarracena, madre e mundualda della suddetta donzella, rilasciata con l'approvazione del detto Marco de Raymo al suddetto sposo. Ora, poichè quella donzella non aveva ancora raggiunta l'età necessaria secondo la legge Longobarda per alienare, il detto Marco de Raymo garentisce allo sposo Bartolommeo il possesso delle proprietà della sposa Maria fino a che questa non abbia raggiunto l'età atta alle contrattazioni.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 11
Date: 1196 febbraio 19
AbstractPasquale, figliuolo di Giovanni de Marco da Bari, chierico della chiesa di San Nicola Maggiore, si obbliga in parte come fidejussore della sorella Maria, vedova di Pietro Pisano, in parte in nome proprio, di pagare a sir Meheracca de Persona barese, figliuolo di Nicola de Persona, nella festività di Sant'Andrea, quattro once di oro di tarì siciliani; ed in garenzia del debito, offre gli alberi di ulivo esistenti presso la chiesa di San Eustazio alla suddetta sorella Maria lasciati dal defunto marito con facoltà di venderli ed appropiarsene il prezzo fino alla concorrenza del debito.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 12
Date: 1203 giugno
AbstractMalgeri Postella milite, figlio del fu Ranieri, volendo ricompensare i buoni servigi de' fratelli Giovanni ed Angelo rimette loro ogni raddito, terratico, angarie, ed in generale tutto ciò che appartiene al servizio rustico, tranne il terratico da lui conceduto ad Arpino ed altri figli del fu Giovanni Arpino, relativo al luogo detto “Rosa”, e salvo l'omaggio ed il “saluto annuale”. Riceve in compenso sedici tarì ed altri grati servigi.(This charter is being printed, edited by the Research group of the University of Naples Federico II)

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 13 AB
Date: (AB) 1227 settembre
Abstract (A) Giovanni figlio del fu Giovanni de Rogeria da Castel di Miluzzano, essendosi unito in matrimonio con Adamia figliuola di Giovanni Archiraimo del Casale di Vitolano, dopo di avere consumato il matrimonio, in presenza degli amici e de' congiunti fà alla sposa donazione, come “morgincap”, della quarta parte dei suoi beni mobili ed immobili presenti e futuri. (B)Giovanni figlio del fu Giovanni de Roggerio da Castel di Miluzzano, sposando Adamia figlia del fu Giovanni Archeraimo, si obbliga di conservarne le doti secondo l'uso e la consuetudine di Tocco, e di darle in “faderfio” mezza oncia d'oro.( This charter is being printed, edited by the Research group of the University of Naples Federico II)

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 14
Date: 1231 marzo
AbstractNicola conte contrae matrimonio con Fosca figliuola di Bartolomeo Sutore, e nomina i fideiussori per lo adempimento delle relative obbligazioni.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 15
Date: 1248 ottobre
AbstractTestamento di maestro Pietro Supino fabbro beneventano fatto sul precedente mese di agosto, e redatto con questa scrittura su le deposizioni de' testimoni, ad istanza di Divizia vedova e Milosana figlia del defunto testatore, anch'esse coeredi testamentarie.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 16
Date: 1249 novembre
AbstractDonna Lisiarda abitante di Morcone dona al notaro Gualtieri da Morcone suo nipote una casa posta non molto lontano dalla chiesa di San Marco, col consenso del suo mundualdo Giovanni de Matteo. Ne indica i confini. Si riserba il dritto di abitare nella detta casa durante la sua vita. Istituisce lo stesso Gualtieri suo erede universale.(This charter is being printed, edited by the Research group of the University of Naples Federico II)

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 17
Date: 1256 novembre
AbstractIl figlio di Pietro orefice da Torolico, avendo sposato Flondina figliuola del fu Guglielmo Zito da Limata, nel secondo giorno delle nozze le dona come “morgincap” (dono nuziale) la quarta parte di tutti i suoi beni presenti e futuri, anticipandole un'oncia d'oro; e dal fratello consanguineo di lei Giovanni de Gambuldo riceve come dote della sposa medesima once sei di oro col patto di riversione.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 18
Date: 1262 agosto
AbstractRoberto de Bossis adotta come figlia la sua nipote Bona, figliuola del fu Martino de Nicola del casale di Fogliano, e le trasferisce i beni da lui posseduti nel casale di Bitoro e sue appartenenze.

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 19
Date: 1272 settembre 5
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 20
Date: 1304 febbraio 19
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 21
Date: 1314 gennaio 24
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 22
Date: 1326 marzo 3
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 23
Date: 1330 giugno 13
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 24
Date: 1332 ottobre 7
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 25
Date: 1334 aprile 8
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 26
Date: 1335 maggio 15
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 27
Date: 1342 marzo 17
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 28
Date: 1343 giugno 8
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 29
Date: 1345 giugno 26
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)
Charter: 2 AA II 30
Date: 1349 gennaio 19
Abstract

Images2
Full textno
 
Add bookmark
Edit charter (old editor)