useridguestuseridguestuseridguestERRORuseridguestuseridguestuseridguestuseridguest
Collection: Archivio virtuale del monastero dei SS. Pietro e Sebastiano

[Archivio in elaborazione: sono disponibili le riproduzioni digitali dei documenti, i regesti, la schedatura archivistica minima]. L’ archivio virtuale dei SS. Pietro e Sebastiano rappresenta il fondo pergamenaceo di età medievale superstite proveniente dall’antico archivio del monastero dei SS. Pietro e Sebastiano di Napoli. Le religiose domenicane del monastero si trovarono a conservare dal XV secolo al XIX un importante ‘giacimento’ archivistico, risultato della sedimentazione, avvenuta durante i secoli precedenti, di una gran quantità di documentazione di cenobi benedettini preesistenti nella città.
Esso ora è formato da 175 riproduzioni fotografiche dei documenti dei secoli XIV – XV e scaturisce da un’ operazione di accorpamento ‘virtuale’ e di ordinamento cronologico di documenti provenienti in realtà da due nuclei diversi. Un primo nucleo è conservato presso l’Archivio di Stato di Napoli, all’interno della ‘documentazione a registro’ dell’archivio conventuale, nella serie SS. Pietro e Sebastiano del fondo Corporazioni religiose soppresse; un secondo nucleo è conservato presso la Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria. L’insieme delle riproduzioni fotografiche sul nostro portale ha permesso di ricomporre visivamente l’integrità del fondo pergamenaceo, seppure per ora, limitatamente ai secoli XIV – XV, esso è suscettibile nei prossimi anni di un graduale arricchimento. Tale arricchimento avverrà in due direzioni: da una parte, affiancando ai documenti tardomedievali, già presenti online, i documenti più antichi (dei secoli X-XIII) che finora non sono stati oggetto di studi sistematici, dall’altra accorpando all’archivio digitale documenti, finora ignoti agli studiosi, che emergeranno man mano da un censimento in corso, dispersi in alcuni fondi documentari situati a Napoli che non appartengono al monastero. L’archivio, infine, rimarrà aperto a ulteriori sviluppi per quanto riguarda i documenti dell’età moderna, per i quali sarebbe auspicabile una proficua collaborazione con studiosi del settore.
La realizzazione di questo archivio è frutto di un progetto di ricerca e di didattica coordinato da Antonella Ambrosio, ricercatrice presso il Dipartimento di discipline storiche dell'Università Federico II di Napoli (UNINA). Esso nasce dallla collaborazione di vari enti: Archivio di Stato di Napoli, Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, Dipartimento di discipline storiche (UNINA), ICARUS, Liceo Vittorio Emanuele II di Napoli, Master in Biblioteconomia, Archivistica e Metodologia della ricerca (UNINA). La realizzazione delle schede informatizzate è stata attuata nell'ambito di attività di tirocinio previste dal Progetto FIxO - Formazione ed Innovazione per l'Occupazione, promosso e sostenuto dal Ministero del Lavoro - Direzione Generale per le Politiche per l'Orientamento e la Formazione.